“Creativitattack” e l’arte di Laura Pecora

Bentrovati Naviganti!

Sono Capitano Aldo e sono entrato ufficialmente a far parte di InstabilMente-contaminazioni d’Arte in occasione del progetto “VISIONS make BEAUTY”. Se volete sapere di me potete leggermi sul mio blog e ascoltarmi direttamente lì con il mio podcast, questo è il luogo: IL VELIERO di Capitano Aldo – podcast.

Quello che voglio fare con voi è iniziare un viaggio online che ci porterà settimanalmente ad esplorare le visioni di bellezza condivise dagli utenti della rete. Vi porterò a curiosare gli angoli più luminosi di internet, testimoniando con passione l’ impegno e la tenacia di chi si dà il suo personale contributo per diffondere la bellezza. Saranno escursioni piene di sorprese, di intuizioni, dal sapore irresistibile di creatività.

images-9E proprio partendo da questa parola magica oggi voglio portarvi nel reame interessante di Laura Pecora e del suo blog Creativattack, caleidoscopio di attacchi d’arte all’ insegna del riciclo di oggetti per tutti i gusti, per ogni fascia d’età.
Laura Pecora è una blogger con alle spalle una lunga esperienza di educatrice, nel campo della scuola dell’infanzia, nell’ambito dell’asilo, a cui ha aggiunto con passione anche quella di operatrice in molti centri ricreativi. Quello che probabilmente non sapete è che in aggiunta a tutte queste attività è un’autodidatta, dal 1988, nel campo di numerose tecniche creative.

In particolare, il nostro occhio vuole soffermarsi sulla sezione del suo blog dal titolo efficace La magia del riciclo, in cui emerge il suo pensiero relativo alla bellezza come premura per gli oggetti che hanno accompagnato la nostra vita e che rischierebbero altrimenti di finire nell’ immondizia, come capacità di dare una nuova vita e una nuova veste ad acquisti ormai superflui attraverso il ricorso alla fantasia. Come riuscirci? Beh, niente panico se si è pronti ad assecondare… un attacco d’arte!

Li chiama proprio così, Laura Pecora, i suoi momenti di creazione improvvisi e vi assicuro che meritano di essere ammirati: siano essi un presepe ricavato dai tronchi depositati sulla spiaggia dalla corrente, accessori per capelli decorati con semi, anelli originali fatti con bottoni o bizzarri pon pon a forma d’extraterrestre la parola d’ordine è sempre riciclo. Un’opera che tutti potremmo fare nella nostra quotidianità fatta di scarti e rifiuti, in cui l’imperativo è spesso sostituire, gettare via, piuttosto che ri-utilizzare. A volte basta solo un po’ d’immaginazione.

Scrive dal suo blog:

Per me la creatività rappresenta la via d’uscita in tanti momenti grigi, una piccola oasi dove naufragare e ritrovare me stessa…penso sia una componente essenziale per realizzare i propri sogni, per trovare soluzioni utili, per risolvere in modo brillante situazioni di sfogo emotivo, per riprendersi la vita e soprattutto per uscire dal grigiore delle cose comuni.

Henri Matisse sosteneva che la creatività richiedesse coraggio e non potete nascondere che ci voglia un pizzico di azzardo nel vedere in un oggetto abbandonato una piccola opera d’arte, una creazione del tutto nuova. Perché un creativo è molto simile alla figura del giardiniere individuata dal sociologo Max Weber, che persino nel più trasandato dei giardini immagina e intravede già un vivaio sontuoso. Nello stesso modo il messaggio di Laura Pecora veicolato dal blog è questo: essere creativi con ciò che si ha, con l’invito a non trascurare quanto ci appare ormai inutile, bensì considerarlo fonte di nuova bellezza, occasione di nuove sperimentazioni creative.

Date un’occhiata al suo blog, vi assicuro che non ve ne pentirete:

https://creativitattack.wordpress.com

Restate sintonizzati e molto presto avrete notizie di nuove escursioni. Perché ormai lo sapete: le VISIONI creano Bellezza.

Alla prossima!

Capitano Aldo

Annunci